funointransizione

non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente


Lascia un commento

100 giorni di Alveare a Funo

Come alcuni di voi sapranno, da tempo volevamo supportare i nostri produttori locali, ma non trovavamo la formula giusta…

I primi di Maggio abbiamo iniziato, quasi per gioco, quest’avventura, e abbiamo messo in piedi l‘Alveare di Funo.
Prima con  un pugno di produttori locali (che ormai conosciamo da tempo), e poi pian piano se ne sono aggiunti altri.

Ora dopo i primi 100 gg abbiamo deciso di fare un bilancio e di darvi qualche numero…

Ma perché non abbiamo fatto un GAS come tutti gli altri?

Avremmo potuto chiedere ad alcune famiglie, di impegnarsi per gestire in modo più ”casalingo” queste vendite.

Questo ci avrebbe sicuramente consentito di abbassare i costi dei prodotti.

Ma  a quelle prezzo (di tempo e di energie)? E per quanto tempo?

La maggior parte delle persone che ruota intorno a noi lavora ed ha figli….quanti sabati o domeniche avremmo potuto chiedergli per tenere in piedi questa iniziativa?

Da altre parti la cosa funziona (a volte). Noi abbiamo preferito cercare una strada diversa.

Abbiamo scelto un progetto che potesse restare in piedi senza affaticare eccessivamente nessuno.

La piattaforma di Alveare che dice si, gestisce tutto in modo automatico e…sembra proprio che funzioni bene.

Naturalmente questo ha un costo.

Il 10% del prezzo di vendita viene trattenuto dalla piattaforma per le spese di gestione.

Un altro 10% spetta a noi che gestiamo le distribuzioni, ma fin dall’inizio ci siamo chiesti….cosa ci facciamo con questi soldi?

All’inizio non ne avevamo idea….poi qualcosa ci è venuto in mente.Ci stiamo attivando per finanziare interamente, un corso per studenti delle scuole primarie (in primis di Funo e Castel Maggiore) con l’obiettivo di aumentare la sensibilità verso temi energetici ed ambientali…speriamo che ci venga data questa opportunità!!

Se così non fosse penseremo ad altro…per chi ci conosce sa che in questi anni le attività-iniziative per sensibilizzare la comunità verso l’ambiente non sono mancate…Anzi, se avete qualche idea fateci sapere!!!

La scelta dei produttori

Ma non era meglio scegliere i produttori il più possibile vicino a casa nostra?

Certo, scegliere i produttori vicino a casa nostra è sicuramente una buona scelta.I prodotti KMØ permettono di non far viaggiare inutilmente la merce per centinaia o migliaia di Km, quindi la sua utilità e fuori discussione.Ma è altrettanto importante non usare fertilizzanti di origine chimica.

Il Biologico non esiste, è tutta una fregatura! Questo è il pensiero di molte persone, ma fortunatamente possiamo garantirvi che non è cosí. Sicuramente rispetto ad un metodo convenzionale l’impegno lavorativo è molto piú alto, e a volte( non sempre) la resa è pure piú bassa, ma malgrado questo, tutti i nostri produttori BIO non tornerebbero al metodo convenzionale che ha avuto e continua ad avere impatti terribili sui nostri terreni( quelli che dovrebbero darci i prodotti X la nostra tavola)

Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente!

 

 


Lascia un commento

Nasce “Alveare di Funo”

logo_it_3

Ci siamo quasi!!!

Il nostro gruppo  è nato per informare le persone che ci circondano sulle  pratiche e stili di vita sostenibili e per segnalare le iniziative e attività locali più virtuose . Per questo motivo abbiamo deciso di creare un gruppo di acquisto che raccolga produttori locali impegnati nella difesa del territorio e orientati verso l”agricoltura biologica.

Oltre ai produttori che conosciamo ormai da diversi anni, ne abbiamo aggiunti ancora, ed altri ancora si aggiungeranno.
Abbiamo scelto di unirci alla piattaforma dell’Alveare che dice sì! per la pratica possibilità di ordinare e pre-acquistare online i prodotti e per la possibilità di connettersi, tramite scambi di esperienze, viaggi e consigli, alla rete nazionale degli Alveari, comunità di persone che, come noi, credono in uno stile di vita bello e sostenibile.

Ogni settimana proporremo prodotti del territorio, frutta, verdura, farine e molto altro. La peculiarità dell’Alveare è nel modo in cui l’ordine viene effettuato. Attraverso una piattaforma online i produttori ogni settimana offrono i loro prodotti, gli utenti scelgono e saldano passando al Mercoledi per ritirare.

Dove?

Grazie alla disponibilità del Centro Sociale di Funo, ogni mercoledì(a partire dall’inaugurazione) dalle 18 alle 19 potrete ritirare i prodotti da voi richiesti presso i locali del Centro Sociale in Via Nuova 27 a Funo di Argelato.

unknown-1

Ma come funziona?


1- Ci si informa del progetto:
– contattando i gestori all’indirizzo email funointransizione@gmail.com
– andando sul sito https://alvearechedicesi.it oppure sulla pagina Facebook

2- Ci si iscrive gratuitamente online

3- Si conoscono i produttori e i prodotti

4- Si ordina online con strumenti di pagamento sicuri (chiedici e ti mostreremo tutti i dettagli)

5- Si aspetta il giorno di consegna settimanale, il mercoledì dalle 18 alle 19, nella quale i produttori consegneranno, presso il Centro Sociale di Funo, i prodotti acquistati!

6- La nostra casa si arricchisce dei prodotti del nostro territorio!

MANGIARE GIUSTO
Sosteniamo l’agricoltura locale!

“Negli Alveari, i produttori e artigiani fissano liberamente i loro prezzi: percepiscono una remunerazione giusta, che permette loro di sviluppare l’attività.”

images

logo_horizontal_yellow_it


 

Vuoi mangiare Locale(magari pure BIO) ma non puoi venire a

ritirare???
schermata-2017-02-19-alle-22-28-02C’é
schermata-2017-02-19-alle-22-33-22

Made in Bologna km zero è una piattaforma web votata alla sostenibilità economica e ambientale del nostro territorio.

Promuoviamo le realtà agricole presenti sul territorio di Bologna e zone limitrofe che si distinguono per l’utilizzo di tecniche a basso impatto ambientale, senza l’utilizzo di prodotti chimici. 

schermata-2017-02-19-alle-22-40-15

Questa caratteristica rende Made in Bologna a Km ZERO un servizio all’avanguardia e unico nel suo genere, e lo proietta verso un futuro in cui il rispetto dell’ambiente e la creazione di un economia sostenibile non potrà e non dovrà più passare in secondo piano.

Scarica l’App!!!

 

 


Lascia un commento

Conserva ad Argelato!!

2016-09-03-07-52-38

Tomato Car

Sabato 3 Settembre diverse famiglie (bimbi compresi), hanno deciso di incontrarsi per passare una giornata insieme in modo alternativo.

Ci siamo dedicati al rito tradizionale della conserva… chi di voi non ha mai visto una nonna e una mamma farla? E via libera alle varie possibilità: cotta, cruda, paiolo di rame o di acciaio, strizzarla o meno, ecc.

Per iniziare  non potevano mancare:

– pomodori bio a Km Zero dell’agriturismo biologico “Il Cucco”;

– laboratorio messoci a disposizione da Andrea e Regina del Podere Santa Croce;

– attrezzature varie in prestito, barattoli e tanta voglia di fare…

2016-09-03-10-39-30

La selezione dei pomodori.

Alle 8 circa abbiamo iniziato, con l’aiuto dei bimbi, a lavare e a tagliare i pomodori; li abbiamo messi a cuocere in più paioli con un po’ d’acqua sui fuochi… Man mano questi venivano posti in cassette con canovacci (burazzi è troppo bolognese) del tipo di iuta per la fase di scolatura, raffreddamento e poi la faticosa fase di strizzatura sotto il cocente sole di mezzogiorno… Poi c’è stata la fase di “passata” vera e propria con la macchina elettrica, infine abbiamo riempito i barattoli, pronti per la bollitura… Ci siamo ritrovati tutti insieme per il pranzo di condivisione e poi di pomeriggio a fare le chiacchiere all’ombra in attesa della bollitura..

2016-09-03-09-55-54

La 1a bollitura

Che dire… E’ stata una giornata faticosa, impegnativa, ma ci siamo divertiti anche molto, tra chiacchiere, risate e schizzi di pomodoro… Abbiamo ripreso un’Arte antica per non dimenticare, per mangiare sano e anche per divertirci, grandi e piccini… Non abbiamo avuto una grande resa, ma l’anno prossimo ci riproveremo… sperando di migliorare; divertimento assicurato!

 

Questo che abbiamo fatto era un esperimento…se in futuro dovessimo ritentare  questa od altre iniziative, saremmo contenti di allargare il gruppo..se vi interessa….

2016-09-03-11-49-36

La sgocciolatura

2016-09-03-12-11-00

L’assaggio


Lascia un commento

Festa del 23 Aprile…com’è andata?

La festa del 23 Aprile è andata bene.festa transizione

Malgrado i capricci del tempo possiamo dire che siamo soddisfatti.

Tanti bambini hanno partecipato ai laboratori e si sono divertiti nell’area giochi.

Un produttore locale durante tutta la giornata ha fornito assaggi a tutti e il divertimento non è mancato

Ecco qui alcune foto della giornata:

2016-04-23 15.11.41

Ecco il laboratorio “Quiet Book”…

 

IMG-20160424-WA0014

…con i pirati all’opera!

2016-04-23 16.59.10

La fantasia cattura i bambini!

20160423_152451

Ed ecco il laboratorio di “giardinaggio”

 

 

 

20160423_152527

…e il guardiano dell’orto!

IMG-20160424-WA0000

L’asta finale!!!


Lascia un commento

Festa di Transizione

 

Festa di Transizione

Ingresso Libero – Sabato 23 Aprile 2016

dalle 10 alle 18

c/o Centro Sociale di Funo – Via Nuova 27 – Argelato (BO)

Laboratorio per bambini “Quiet Book” con “il Dolce Mondo di Dafne”. (alle 10 e alle 15)11140390_1707841839460962_798071214263965370_n

Impariamo a realizzare due simpatici quiet book per veri pirati e principesse. Costituiti da due attività divertenti sia da giocare da soli che che in compagnia, creati con oggetti di riciclo e pannolenci.. Età dai 5/6anni in su.  Con genitore

E’consigliata la prenotazione…Clicca qui per prenotare!!!!

 

 

UnknownLaboratorio per bambini “l’orto nelle uova” (dalle 14.30)

Piccoli Ortolani!! Con l’aiuto di Elena imparerete a riconoscere e seminare quello che solitamente trovate nei vostri piatti.

E visto che “Chi semina Raccoglie”, potrete portare a casa il frutto del vostro lavoro in vasi molto particolari.

 

 

Laboratorio di Riparazione Biciclette (tutto il giorno)manutenzione-bici

Fin dal mattino, l’Officina Del Ciclo sarà a disposizione per consigli e piccole riparazioni delle vostre biciclette.

officina del ciclo

 

 

1545795_262010910671802_3809778276345894217_nLetture animate (alle 16)

Alle 16 viaggeremo con la fantasia grazie alle letture di Vero Raccontastorie

 

 

 

 

Piccola degustazione di prodotti Bio.

Compatibilmente con il meteo potrete trovare durante il giorno alcuni produttori che proporranno i loro prodotti per un assaggio.

e anche quest’anno riproponiamo la collaborazione con “C’è Pizza per te 2!”

Baratto pizza

E il baratto???

Inoltre come tradizione dalle 10 alle 18 sarà possibile barattare Libri, Oggettistica e Giocattoli.

Ma come funziona il baratto? Leggi qui!!!

I giocattoli da scambiare si troveranno in una zona giochi dove sarà consentito l’accesso ai soli bambini.

88D1DBB5716449C6B00EFE537E18B6A2

Qui i bambini potranno giocare liberamente con gli oggetti presenti e con gli SCEC che avranno ottenuto portando i loro giochi potranno portarsi a casa gli oggetti che più gli piacciono.

 

Alle 17 gli oggetti più belli della giornata verranno messi all’asta, e chi avrà raccolto più SCEC (portando oggetti da scambiare) potrà aggiudicarsi ciò che più desidera.11261691_10153838726013574_2486002551037441822_n

 

festa transizione

 

 


Lascia un commento

Transition Talk a Bentivoglio!!

Talk Benmivoglio

Domenica 17 Aprile – ore 14.45logo_transition_italia-300x138
“Transition Talk- Perchè le Città di Transizione?”
Insieme a Cristiano Bottone scopriamo perché nascono le Città di Transizione e cosa sono.

Associazione BenMivoglio – Via Barche 1 – Bentivoglio (BO)

http://transitionitalia.it/

EVENTO FB

Perché partecipare ad un Transition Talk???

Perché vuoi capire qualcosa di più su quello che sta succedendo attorno a te: i cambiamenti climatici, il picco delle risorse, la crisi economica, energetica, sociale e culturale… insomma perché ti sei accorto anche tu che qualcosa non va come dovrebbe, ma ti manca la visione sistemica per comprendere il problema.

Dobbiamo solo restare a guardare e aspettare che la situazione si risolva da sola?

Possiamo in qualche modo renderci utili per cambiare il nostro futuro?

Anche io posso veramente fare qualcosa?

Con la mente aperta, pronti ad accogliere le tante informazioni che saranno date, ma soprattutto con il cuore pronto a raccogliere tutto ciò che succede, parleremo:

di come diventare resilienti in una società che resiliente non è,

di cosa possiamo fare insieme se colleghiamo testa, cuore e mani e magari può succederti di scoprire che sei già in transizione… hai solo bisogno e voglia di riconoscere che altri si stanno muovendo come te, magari è proprio il tuo vicino, ma… tu ancora non lo sai… e quindi non perdere quest’occasione!!!