funointransizione

non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente

Serate alimentazione….com’è andata?

Lascia un commento

12235039_1643734045888231_2847237083595772667_nPer tre martedì tra Funo ed Argelato la nostra alimentazione è stata messa in discussione dalla A alla Z!!!

Nonostante la medicina negli ultimi decenni abbia fatto passi da gigante, sono molte le malattie che continuano a causare morti e/o disabilità e, pur avendo a disposizione le migliori cure farmacologiche, queste ci accompagnano nell’arco della nostra vita, diventando croniche… infatti quanti di noi hanno in famiglia casi di persone ammalate di diabete, ipercolesterolemia, ipertensione, osteoporosi? per non parlare dei più conclamati casi di ictus, infarti, malattie autoimmuni e neoplasie, sembra che per forza ci si debba ammalare… e diventare schiavi delle medicine… ma, come ci ha fatto notare la D.ssa Pizzi, queste e molte altre patologie potrebbero essere evitate con un corretto stile di vita e soprattutto con una sana alimentazione naturale… sono sempre più numerosi gli studi ed i casi clinici che dimostrano come una dieta vegetale possa ridurre drasticamente i rischi di queste malattie e anche la scomparsa di esse… in realtà non si sta facendo della vera prevenzione… questa dovrebbe iniziare con la “A” di Alimentazione e non con la “S” di Screening (per indagare una patologia eventualmente già presente)… noi vi invitiamo ad informarvi: ad esempio, prima di assumere latte e latticini per prevenire l’osteoporosi (come continuano aihmé a millantare molti medici, che oltretutto non studiano materie legate all’alimentazione all’università)… che scopriamo essere, in realtà, ladri di calcio e che dunque hanno l’effetto opposto e cioè di predisporre all’osteoporosi, e, insieme a questo, l’assunzione di bifosfonati che hanno come controindicazione la frattura bilaterale del femore!!!… o il famoso eutirox, che viene assunto persino dalleIMG-20151120-WA0001 donne in gravidanza. Insomma di malattie ne inventano di nuove tutti i giorni, persino essere timidi è una sindrome e i bimbi iperattivi finalmente possiamo calmarli con gli antipsicotici!!! Possiamo dire che bisognerebbe tornare ad ascoltare il padre della medicina Ippocrate, che diceva “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”… Forse la vera farmacia dovrebbe essere il fruttivendolo!

Per chi volesse leggere i consigli e le slide lasciati dalla D.ssa Pizzi, potete trovarli a questa pagina(cliccate qui).

12250157_859457540819035_2868515152351656415_nE poi che dire della famosa celiachia e del fatto che siamo diventati tutti gluten sensitive??? Il pane è uno dei cibi che ci accompagna fin dall’alba dei tempi e, grazie al Prof Dinelli abbiamo veramente capito quanto sia stato modificato questo alimento che troviamo ancora sulle nostre tavole.

L’industria panificatrice da molti decenni ha modificato sempre di più il nostro pane per renderlo il più lavorabile possibile.

I grani antichi così scomodi per la raccolta industriale, i lunghi tempi di lievitazione e le farine integrali (ricchissime di sostanze nutritive), ma più difficili da lavorare, non erano più idonei per una catena produttiva desiderosa di massimizzare i profitti e che doveva fare presto… il più veloce possibile!

Vi siete mai chiesti perché mentre le farine semintegrali o integrali hanno una scadenza,  le farine ØØ e Ø sono praticamente immortali?

La risposta è semplice. All’interno di quelle farine non è rimasta alcuna traccia di vita… sono già “morte”!

Anche in agricoltura, i ritmi di 60 anni fa non sono più accettabili per le colture convenzionali.Distese infinite di monocolture rendono come non mai. Quello che una volta era frutto di duro lavoro, ora è ottenuto grazie all’aiuto di chimica ed energia. Abbiamo a disposizione tantissimo cibo, come non ne avevamo mai avuto in millenni e millenni di civiltà…ma una buona fetta di questo cibo diventa rifiuto e sempre più persone nel mondo soffrono di malnutrizione.Questa macchina perfetta che produce cibo con grande rapidità, ha però un prezzo, ma per i più questo prezzo è ancora sconosciuto.

In termini di energia il settore agricolo è un colabrodo. Essendo basato interamente sulla chimica, sono numerosissime le industrie che, per creare nutrimento per i terreni ormai morti, devono produrre alternative con costi energetici e idrici molto alti.

Oltre al danno energivoro c’è anche il danno ambientale, le nostre falde sono sempre più contaminate(Dati ISPRA).Estratto Rapporto Ispra2014

I metodi biologici, da molti ritenuti una moda del momento, sono l’unico passo concreto che si sta facendo nella direzione opposta. Sicuramente non potranno mai arrivare in termini di resa al metodo convenzionale, ma se vogliamo iniziare a mangiare cibo vero la strada è quella.

Vogliamo accontentarci di acqua potabile o preferiamo acqua sana? 3 % acqua

I criteri per definire l’acqua potabile variano da regione a regione, le oscillazioni dei valori tollerabili sembrano i listini di Piazza Affari.

Quello che è certo è che l’acqua, prima di arrivare alle nostre case, ha attraversato una bella fetta di mondo….e il mondo purtroppo non è quello del Mulino Bianco. I nostri principali fiumi sono diventati canali di scarico delle grandi città.

Oramai in commercio sono tantissimi i filtri a  disposizione per cercare di controllare il più possibile l’acqua che arriva sulla nostra tavola e nelle nostre pentole.Sono tante le sostanze da monitorare, il cloro ad esempio, sempre presente nel trattamento dell’acqua pubblica non è affatto esente da rischi; elimina sì molti agenti nocivi dell’acqua…ma non solo quelli.

 

Una consapevolezza che è cresciuta ascoltando i diversi relatori è che sebbene negli ultimi decenni l’aspettativa di vita sia costantemente cresciuta, l‘aspettativa di vita in buona salute non ha fatto altrettanto. In questo articolo, come in altri, è evidenziato come sempre più spesso la terza età per un numero crescente di persone venga vissuta in malattia con un peggioramento della qualità della vita.

Anche alla luce dei tre incontri appena trascorsi non possiamo con certezza dire di cosa sia la colpa, ma sicuramente dobbiamo prestare molta attenzione a quello che mangiamo e beviamo. Probabilmente questo non ci metterà al riparo da tutto, ma dobbiamo iniziare a pensare che quello che immettiamo nel nostro organismo sarà direttamente responsabile della nostra salute.

Nel grafico qui sotto potete vedere una piramide alimentare (Fonte Corriere.it).

Come vedete alla base della piramide troviamo tutti i cibi di origine vegetale ( pane compreso) che dovrebbero essere alla base della nostra alimentazione. Più saliamo nella piramide e più troviamo cibi come carne e dolci che dovremmo mangiare con frequenza molto minore….ma ahimè non è così! Il grafico a lato mette in relazione anche l’esagerato bisogno di acqua per la produzione di alimenti di origine animale, contro il basso costo idrico per i cibi di origine vegetale (quasi tutti).

Questo per renderci conto di quanto sia necessaria una visione sistemica per risolvere i problemi che ci circondano.

 

piramidealimentareidrica_1500

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...